Scuola in ospedale

 

 

LUOGO DELLE ATTIVITA' DIDATTICHE INCONTRI SULLA PREVENZIONE
ORGANICO E TIPO DI UTENZA RAPPORTI CON LE ASSOCIAZIONI
FINALITA' GENERALI PROGETTOCALENDARIO
LE MODALITA' E LE METODOLOGIE I progetti scuola/territorio
OBIETTIVI GENERALI E TEMPI  

 

http://www.smsvialedelleacacie.it/public/file/offerta_Formativa_Scuola_Secondaria_di_Primo_Grado_Viale_delle_Acacie.pdf

http://www.smsvialedelleacacie.it/public/file/attivita_Scuola_Secondaria_di_Primo_Grado_Viale_delle_Acacie.pdf

LUOGO DELLE ATTIVITA' DIDATTICHE:

Il luogo dell'attività didatticaL'Ospedale Santobono Pausilipon è l'ospedale pediatrico più grande del Sud Italia.

L'azienda riunisce 2 presidi con un'antica tradizione pediatrica: il Santobono nel cuore del Vomero ed il Pausilipon nel verde della collina di Posillipo.

Presso il Presidio Ospedaliero Santobono opera da molti anni la Scuola in Ospedale, che garantisce ai bambini e ai ragazzi ricoverati il diritto all’istruzione come diritto a non interrompere, nonostante la malattia, il percorso formativo intrapreso nella scuola di provenienza.

 L’attività didattica viene svolta nei tre padiglioni dell’Ospedale Santobono: Padiglione Torre, Padiglione Santobono, Padiglione Ravaschieri nello specifico sono interessati i seguenti reparti.

Padiglione Torre: reparti di Cardiologia e Nefrologia.

Padiglione Santobono: reparti di Pediatria d’Urgenza, Pediatria Sistematica, Pediatria Gastroenterologica, Chirurgia/Ustionati/Urologia.

Padiglione Ravaschieri: reparti di Neurochirurgia ed Ortopedia.

 


ORGANICO E TIPO DI UTENZA


All’interno dell’Ospedale Santobono, oltre alla Scuola Elementare e Materna Vanvitelli, è presente come Scuola Secondaria di Primo Grado la Scuola Media Statale Viale delle Acacie (via Puccini n. 1 Napoli) con un team di quattro docenti organizzati come segue:

docente di Tecnologia presente per 18 ore settimanali, docente di Matematica presente per 6 ore settimanali, docente di Lettere presente per 6 ore settimanali, docente di Inglese presente per 6 ore settimanali.

I docenti seguono ragazzi soggetti ad una degenza breve (massimo 7 giorni). Pazienti sottoposti a cure diagnostiche più approfondite che affrontano una degenza media (dai 7 ai 15 giorni). Alunni ricoverati per lunghi periodi (oltre i 15 giorni) sottoposti a terapie intensive, che seguono talvolta anche un’istruzione domiciliare. 

 


FINALITA' GENERALI

Lo studente ospedalizzato ha ovvie difficoltà di adeguare il proprio ritmo di lavoro all'offerta formativa, a causa della necessità di dare massima priorità agli interventi di tipo diagnostico-terapeutico. Soffre di problemi psicologici legati alla propria situazione, che gli impedisce una vita sociale normale e genera un senso d'isolamento e di separatezza.

Poiché tale situazione è di ostacolo ad un apprendimento sereno e costante, si opera con una programmazione flessibile ed idonea alle differenti esigenze.

La scuola svolge nell’ospedale una duplice funzione, di «mediazione culturale» tra il mondo interiore del ragazzo e l’ambiente ospedaliero e di collegamento con il mondo esterno.

Le Finalità: promuovere l'istruzione degli alunni lungo degenti, recuperare i ritardi cognitivi dei pazienti ricoverati per brevi periodi, programmare interventi per gli alunni medio degenti, attivare metodiche che agevolino la dimensione dell'accoglienza, favorire il rapporto con la scuola di provenienza o con i docenti che si occupano dell’istruzione domiciliare. 

 


LE MODALITA' E LE METODOLOGIE

La scuola in ospedale agisce su tre fronti:

1_Piano didattico: garantendo al bambino l’istruzione;

2_Piano dell’identità: aiutando il bambino nell’accettazione della malattia;

3_Piano della continuità: offrendo metodologie che aiutino il ragazzo a mantenere un contatto con l’ambiente esterno.

L’intervento didattico proposto deve tener conto dei tempi delle visite e delle terapie, della tipologia della malattia del minore degente, dei tempi e dei ritmi dei diversi reparti; privilegiare i piccoli gruppi, attuare il rapporto docente/alunno (1/1) per gli ammalati costretti a letto, programmare ritmi temporali non cadenzati sul modello tradizionale lezione, compito, studio individuale; proporre delle attività che prevedano dei tempi di realizzazione brevi, per consentire agli adolescenti ricoverati l'acquisizione veloce e completa dell’argomento; proporre a seconda delle esigenze differenti metodologie didattiche: lezione frontale, brain storming, problem solving, piccoli gruppi, attività laboratoriali, utilizzo delle nuove tecnologie. 

 


OBIETTIVI GENERALI E TEMPI

Gli obiettivi generali e i tempi

Obiettivi per Brevi e Medio degenti: acquisire abilità specifiche ed approfondire tematiche disciplinari utilizzabili al ritorno nella scuola di provenienza.

Obiettivi per Lungo degenti: approfondire i temi trattati nella scuola di provenienza o nell’istruzione domiciliare, e/o programmare l’attività di studio in relazione agli obiettivi didattici ed alle conoscenze disciplinari dell’allievo, al fine di assicurare il reinserimento dell'alunno nella classe di appartenenza.

Nel processo educativo, assolutamente centrale è l'allievo e la sua individua­lità. Ogni alunno presenta propri modelli di risposta agli stimoli educativi, mo­delli che spesso modifica nei vari contesti.

La determinazione dei tempi da dedicare a ciascuna attività è perciò, estremamente pericolosa e talvolta difficoltosa. I tempi derivano dal tipo e dalla qualità delle ri­sposte che provengono dall’allievo, dai tempi di degenza e dal tipo di patologia.

Durante il ricovero ospedaliero il ragazzo è costretto a subire i ritmi terapeutici proposti, una scuola attenta ai bisogni del bambino deve tener conto di tali aspetti ed adeguarsi alle sue esigenze. 

 


INCONTRI SULLA PREVENZIONE

Al fine di creare un ponte con la realtà ospedaliera e sensibilizzare gli alunni della Scuola Media Viale delle Acacie sulle tematiche della prevenzione, ed informarli sull’attività didattica svolta nella Scuola in Ospedale, annualmente viene promosso un ciclo di incontri divulgativi con i medici del Santobono e con gli insegnanti della Scuola in Ospedale. Si riportano di seguito alcuni degli incontri organizzati.

 

1_Informazioni generali sulla Scuola in Ospedale

2_“Attenti al fuoco, come prevenire le ustioni”, condotto dal dottore Merone primario del reparto di Chirurgia Ustionati.

 

1_Informazioni generali sulla Scuola in Ospedale

2_“Aummhh!!!, quanto è buono. Ingestione corpi estranei.” Condotto dal dottore Riccardo Campanile specializzato in chirurgia endoscopica che opera nel reparto di Chirurgia d’urgenza.

 

1_Informazioni generali sulla Scuola in Ospedale

2_“Adolescenza e alimentazione.” Condotto dalla dott.ssa Orta Denise nutrizionista.

 

1_Informazioni generali sulla Scuola in Ospedale

2_“Prevenzione delle malattie renali. La donazione degli organi.” Condotto dal Prof. Dott. Carmine Pecoraro primario del reparto di Nefrologia e dal dottore Ferretti responsabile del Day hospital del reparto di Nefrologia.

 

1_Informazioni generali sulla Scuola in Ospedale

2_“Attenti al sole! Regole per una corretta fotoprotezione.” Condotto dalla dott.ssa Orsola Ametrano responsabile del reparto di dermatologia.

 

1_Informazioni generali sulla Scuola in Ospedale

2_“Come prevenire le malattie infettive.” Condotto dal dott. Massimo Aschettino del Reparto di Pediatria sistematica.

 


RAPPORTI CON LE ASSOCIAZIONI

“Giornata del sollievo alla sofferenza anno 2017”

L’evento è stato organizzato in collaborazione con il Centro di terapia del dolore e cure paliative pediatriche dell’azienda Santobono Pausilipon (Responsabile della struttura il dott. Borrometi) per celebrare “La giornata del sollievo alla sofferenza”. Il centro ha strutturato per l’occasione diverse iniziative che hanno visto impegnate oltre alla nostra scuola, una scuola primaria ed una scuola secondaria di secondo grado. Sono state coinvolte le insegnanti della scuola in ospedale e le prof.sse della scuola Viale delle Acacie Parnell, D'Orsi, Pagnozzi, Ferrigno.

Attività svolte:

1_ ore 8.00 Incontro scientifico/informativo a scuola con gli allievi della Scuola Viale delle Acacie tenuto dal dott. Borrometi;

2_ore 10.30 Reading degli allievi della scuola presso La libreria “Io ci sto”;

 3_ore 10.30 Attività di divulgazione sui temi delle cure palliative condotta dagli allievi della Scuola Viale delle Acacie in Piazzetta Fuga, con i medici del Centro di terapia del dolore e cure paliative pediatriche.

 

Fondazione Angelini in collaborazione con il CONI

Presso la struttura ospedaliera il giorno 27 novembre 2014 ha avuto luogo la consegna del Mobile delle Scoperte, un contenitore di esperienze, stimoli e attività completamente dedicato agli insegnanti e agli alunni della Scuola in Ospedale Viale delle Acacie.L'iniziativa promossa dalla  Fondazione Angelini in collaborazione con il CONI e patrocinata dalla Società Italiana di Pediatria, supporta le Scuole in Ospedale, ed ha l’obiettivo di contribuire alla crescita e alla formazione dei bambini e dei ragazzi ospedalizzati.
Il Progetto da la possibilità di arricchire il programma con strumenti didattici validi in grado di proporre attività didattiche non organizzate sul modello tradizionale. All’interno del mobile, realizzato appositamente e dipinto a mano dall’artista Silvia Zacchello, gli studenti avranno a disposizione schede didattiche operative, materiali ed exhibit finalizzati a scoprire il corpo umano in maniera interattiva.
Oltre all’Ospedale di Napoli, sono altre 10 le strutture beneficiarie del progetto: Milano,  Bergamo, Novara, Bologna, Massa Carrara, Ancona, Verona, Roma, Palermo e Bari.

 

Humaniter
In collaborazione con l’associazione Humaniter viene attivato per i pazienti lungo degenti il Programma Monitore. Questo progetto, si propone di sviluppare al meglio le capacità potenziali del ragazzo. Attraverso l’attività di un volontario il «Mentore», si cerca di stabilire con il paziente una relazione, che mira a fargli acquisire una maggiore fiducia in se stesso.

Legambiente Campania Progetto “Libri in soccorso”
Obiettivo dell'iniziativa è quello di  favorire la lettura negli ospedali pediatrici, utilizzando i cosiddetti libri "dormienti" quelli che sono nelle nostre case e che non utilizziamo più. Il Progetto prevede che la scuola organizzi la raccolta dei libri coinvolgendo docenti, famiglie e alunni. Una volta raccolti i libri la scuola, deciderà  in quale ospedale realizzare la o le librerie. Nello specifico la Scuola in Ospedale Viale delle Acacie ha sponsorizzato il progetto promuovendo la donazione di una libreria all’interno del Reparto di Dialisi e Nefrologia del Prof. Carmine Pecoraro.

 


PROGETTOCALENDARIO

In occasione del Natale dal 2012 nell’ambito del corso di tecnologia della Scuola in Ospedale i giovani pazienti del Santobono, partecipano ad un’attività didattico/laboratoriale che li vede impegnati nella realizzazione di un calendario.

Il manufatto è  realizzato utilizzando strumentazioni informatiche e tradizionali.

Se vuoi puoi scaricare il calendario dell’anno in formato PDF. 

Calendario 2017

Calendario 2017 con foto


I progetti scuola/territorio
 

La Scuola in Ospedale Viale delle Acacie ha partecipato e promosso le seguenti iniziative:

 

  • Manifestazioni

Lilliput 2012 e 2013

Laboratori didattico/creativi tenutisi a Città delle Scienza negli anni scolastici 2011/12 e 2012/13 in occasione della manifestazione Lilliput, nei quali è stata promossa un’attività teorico pratica dal titolo «Verso un’umanizzazione degli spazi ospedalieri».

 

Giffoni film festival 2013 e 2015

Laboratorio didattico/creativo tenutosi a Giffoni nell’anno scolastico 2012/13 in occasione della manifestazione «Giffoni Film festival» nel quale è stata promossa un’attività teorico pratica dal titolo «Prodotti più vicini al ragazzo ospedalizzato».

 

Festa di Natale Reparto di Nefrologia e Dialisi

La Scuola in Ospedale partecipa dal  2013 all'evento natalizio organizzato dal Reparto di Dialisi e Nefrologia del Prof. dott. C. Pecoraro, per l'occasione vengono regalati i prodotti realizzati dagli allievi ospedalizzati del Santobono. Partecipa all'evento l'orchestra della Scuola Viale delle Acacie che si esibisce con brani e canti natalizi.

 

  • Convegni

”Prima Conferenza Internazionale sui Clown Ospedalieri in Pediatria.

Riflessioni sulla ricerca e sulla formazione” tenutasi il 17 e il 18 ottobre 2014 presso l’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze.

La scuola ha partecipato con il reparto di Nefrologia e Dialisi dell’Ospedale Santobono con un manifesto che ha illustrato l’attività didattico/laboratoriale del corso di Tecnologia svolta con i pazienti dell’Ospedale Santobono.

 

"Giornata del sollievo, un sorriso contro il dolore"

Negli anni 2009 e 2010. La scuola partecipa ai Convegni promossi dall’associazione Campana no profit.

 

  • Concorsi didattici

"Un ospedale con più sollievo" e "Pinocchio"

nei quali sono stati coinvolti i pazienti del Santobono e della Scuola Media Viale delle Acacie.

Alcuni dei lavori selezionati per il Concorso "Pinocchio" sono stati esposti in occasione di una mostra tenutasi al Maschio Angioino.

 

Concorso Nazionale "Un Ospedale con più sollievo" - Organizzazione "Gigi Ghirotti": 31 maggio 2015 - la Scuola Media Statale "Viale delle Acacie" , Ospedale Pediatrico Santobono Napoli vince il Primo premio per la Sezione Ospedaliera

https://www.youtube.com/watch?v=FtrVA8JfyCg